Sala di Paleontologia e Geologia del Museo Ignazio Cerio
Sala di Paleontologia e Geologia del Museo Ignazio Cerio

Sala di Paleontologia e Geologia

La prima sala costituisce una delle sezioni più interessanti e ricche di storia. I fossili marini esposti provengono da rocce calcaree di scogliera comprese nell’intervallo tra 150 e 100 milioni di anni fa, provenienti in buona parte da scavi eseguiti poco al di sotto di Villa Jovis e a Venassino. Si tratta in genere di Molluschi, Celenterati, Spugne ed Echinodermi. Sono esposti anche fossili di invertebrati marini (Protisti), provenienti da terreni più giovani fino a molluschi terrestri recenti (meno di 10.000 anni fa).

Particolarmente importanti risultano i resti di vertebrati terrestri rinvenuti durante gli scavi per l’ampliamento dell’Hotel Quisisana (1905) e quelli di Grotta delle Felci. La “fauna del Quisisana” rappresenta un’associazione di tipo continentale, di clima temperato, risalente ad un intervallo di tempo stimabile intorno a 300.000 anni fa; e testimonia un antico collegamento di Capri con la terraferma. La fauna, esposta nella vetrina a centro stanza contiene, tra l’altro, resti di mammut, elefante, pantera, rinoceronte, cinghiale, ippopotamo, orso e cervo.

Per quanto riguarda la Grotta delle Felci si deve ad Ignazio Cerio il riconoscimento dell’importanza del sito e l’inizio dei primi scavi (1885). Questi proseguirono nei decenni successivi mettendo in luce la presenza di resti di un cervide (Cervus elaphus tyrrhenicus) di taglia ridotta, a cui si attribuisce una età di circa 70.000 anni. Il rapporto tra le varie parti dello scheletro indicano che questa specie, endemica dell’isola, era affetta da nanismo; ciò porta a concludere che a quell’epoca Capri era separata dalla terraferma. Di questo sito e di altri (es. Certosa), il Museo conserva oltre un centinaio di pezzi (in genere frammenti di ossa e denti di vertebrati terrestri). Da questi è stato possibile ricostruire l’intero scheletro (esposto nell’adiacente sala di Preistoria e Protostoria).

Il Museo Ignazio Cerio, sulla Piazzetta di Capri, conserva reperti fossili, minerali, preistorici, di archeologia classica, di fauna e di flora dell'isola.

}

Orari di apertura

Martedì 11:00 - 16:00
Mercoledì 11:00 - 16:00
Giovedì 11:00 - 16:00
Venerdì 11:00 - 16:00
Sabato 11:00 - 16:00

Lunedì, domenica e festivi - chiuso

Biglietti

Ingresso con visita libera - 4,00 €

Altre tariffe
  Prezzo
Ingresso con visita libera 4 €
Ridotto (da 18 a 25 anni) 2 €
Gratuito (abitanti dell'isola di Capri, ragazzi di età inferiore ai 18 anni, guide turistiche munite di licenza, personale del ministero, membri dell'I.C.O.M., giornalisti con idoneo documento comprovante la professione svolta, persona disabile + accompagnatore) - €
Ingresso con visita guidata 6 €
Ingresso con visita guidata (da 18 a 25 anni) 4 €
Gruppi turistici (da 10 a 20 persone) 3.60 € (sconto del 10%)
Gruppi turistici (oltre le 20 persone) 3.20 € (sconto del 20%)
Guida/accompagnatore gruppi - €
Gruppi scuola e gruppi studenti universitari dell'isola di Capri - €
Gruppi scuola e gruppi studenti universitari 2 €
Gruppi scuola e gruppi studenti universitari con visita guidata 4 €
Gruppi scuola e gruppi studenti universitari con visita guidata scientifica 8 €
Attività esterne del museo con guida esperta 70 € l'ora
  • La biglietteria chiude 15 minuti prima della chiusura del Museo.
  • I gruppi possono prenotare la visita guidata al Museo con aperitivo in terrazza. Per saperne di più scrivi a - museo@centrocaprense.org.
  • Il Museo non è accessibile a disabili.